La storia delle cose

Nella memoria profonda il tempo non è lineare, ma perversamente avvoltolato come un groviglio inestricabile: l’inizio si confonde col centro e il centro con la fine. Non ci sono linee rette nella percezione intima del tempo. Per questo è indiscreta e misteriosa la storia segreta delle cose.

Dacia Maraini, La grande festa

Questa voce è stata pubblicata in Altri testi. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...