Pentecostali

I pentecostali dicevano che a forza di preghiere e meditazioni si poteva riuscire a comunicare con lo Spirito Santo e parlavano lingue sconosciute e immemorabili e dicevano frasi in queste lingue MOKRI HEROKHORA SHMETKHANA e KHARI SAHANA ENTROPIKHO KESSHEHER e REVED LIEONOTEM MOC ELLITTICI SEGEILED ERIONGI ABAM… e gli psicolinguisti dicevano che in questo modo esercitavano un’attività metalinguistica inconscia che è presente in ogni coscienza umana e i sociolinguisti dicevano che era una reazione al discredito del discorso religioso e politico che portava da sé al discredito delle convenzioni linguistiche e alla perdita della fede nel senso della vita e della storia e alla necessità di un cambiamento radicale che si sarebbe espresso appunto in una lingua nuova o sconosciuta.

Patrik Ourednik, Europeana

Questa voce è stata pubblicata in Altri testi e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...