Padre e figlia

angeliP. …Vedi, con gli esseri umani c’è il problema che se pensiamo a loro come se fossero pezzi di legno, finiscono col somigliare a pezzi di legno. Se li pensiamo come mascalzoni, tenderanno alla mascalzonaggine, presidenti inclusi. Se li pensiamo come artisti… e così via.

F. Pensarli come artisti… mi piacerebbe tentare.

P. Stai attenta, però. Quando si insegna agli uomini a essere pezzi di legno oppure mascalzoni, se poi ci si pente e si vuole una popolazione di uomini d’affari responsabili, o di angeli o altro, con cui fare una nazione o un mondo, non è così facile soddisfare il nuovo desiderio. Le abitudini di pensiero diventano, come si suol dire, “programmate nei circuiti”.

F. E allora?

P. Ci vuole molto tempo e un’intensa esperienza per disfare ciò che abbiamo impiantato. Se abbiamo insegnato agli uomini ad essere mascalzoni, non possiamo costruire di punto in bianco un sistema adatto ai santi, perché i mascalzoni approfitterebbero del cambiamento.

Gregory Bateson- Mary Catherine Bateson, Dove gli angeli esitano

Questa voce è stata pubblicata in Altri testi, psicologia. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...