La ragione che ci abbandona

prigioni.jpgNon è esagerato dire che quando viene pronunciata la parola sangue è segno che la ragione sta per abbandonarci.

Naturalmente tutta questa storia del sangue risale ai sacrifici rituali, ai millenni in cui i sacerdoti tagliavano le gole, prima di esseri umani e poi animali, per lasciare che il sangue scorresse e pacificasse una qualche selvaggia divinità.
È qualcosa di molto profondo in tutti noi: il sacrificio cruento, le vittime sacrificali, il capro espiatorio. Quando un capo evoca il sangue per spronarci a sostenere lui e la sua causa, dobbiamo alzare la guardia, e pensare a quei lunghi millenni in cui le vite dei nostri antenati erano salvaguardate dal sangue e dal sacrificio. Ma le nostre vite non hanno bisogno di sangue, torniamo a farne uso solo quando vi siamo costretti.

Doris Lessing, Le prigioni che abbiamo dentro

Questa voce è stata pubblicata in Altri testi, Manipolazione/Persuasione e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...