Accogliere il male

Infatti se noi, partendo dalle nostre personali premesse, ci avviciniamo all’inconscio, ci scontriamo per prima cosa, con uno strato di contenuti personali rimossi e non con la “luce interiore”; inoltre lo yoga indiano (o cinese) non conosce il conflitto morale che l’ombra costituisce per noi, perché la conformità alla natura delle religioni orientali permette all’uomo di accogliere il il male senza conflitto. Soltanto una volta risolto il problema dell’ombra, potremo raggiungere quella base primigenia interiore celebrata dai metodi di meditazione orientali, il che significa l’unificazione con la natura divina o universale, dalla quale gli orientali, diversamente da noi, non si mai sono veramente allontanati.

Marie-Louise von Franz, Il mito di Jung

mito

Questa voce è stata pubblicata in Altri testi, L'Ombra e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...