Weber e il carisma

Questa tensione tra libertà e limite, tra il richiamo della propria natura più profonda e le esigenze del proprio gruppo sociale, è al centro della teoria di Weber sul carisma che “rifiuta ogni ordine esterno”, “trasforma tutti i valori” e costringe “la capitolazione del fedele a ciò che è straordinario e inaudito, a ciò che è estraneo a tutte le regole e le tradizioni e perciò è considerato divino”. La passione ardente per la libertà, per la liberazione da ogni freno, inclusa la limitazione della propria coscienza, può giacere latente in tutti noi. Ma Weber non celebrò il carisma come soluzione al vuoto emotivo del conformismo.

Vide il suo valore come strumento di progresso sociale, ma sentì che era troppo incontrollabile, irrazionale e pericoloso per permettere una leadership responsabile o un ordine sociale stabile. Il carisma non poteva che essere la scintilla rivoluzionaria: il “processo di dare origine” e niente di più. Nel valutare il carisma cercò in qualche modo di combinare la grazia del carisma con un’etica della responsabilità. Concluse invitando i suoi studenti a verificare ed esplorare i propri valori più profondi attraverso l’impegno a perseguirli.

Len Oakes, Carisma Profetico, Secondo capitoloScansione

Questa voce è stata pubblicata in Citazioni da "Carisma Profetico". Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...