Il mito di Pangu

MEDIC CINESE.jpgEsiste un invisibile legame che si articola nelle innumerevoli forme della vita e che giunge a costituire una sottile trama di relazioni. Vi è un tutto che risuona nel particolare e ogni particolare riflette in sé il tutto. L’uomo è parte di un insieme cosmico che lo supera e lo contiene, origina dalla stessa sorgente del cosmo, è composto delle stesse sostanze, è abitato dalle stesse energie, obbedisce alle stesse leggi. La medicina cinese riassume questa convinzione affermando che l’uomo è un microcosmo che abita nel macrocosmo e ne segue le regole.

Questo profondo legame tra universo, natura e uomo è ben espresso dal mito di Pangu, databile tra il III e il VI secolo d.C. e di probabile origine indo-birmana. Le energie primordiali si concentrarono e formarono un grande uovo, all’interno del quale crebbe per diciottomila anni un gigante di nome Pangu. Divenuto adulto, Pangu ruppe il guscio in due metà: la metà superiore formò il cielo, che salì verso l’alto, quella inferiore la terra, che si distese in basso. Pangu si mise in piedi e, per impedire che cielo e terra si confondessero tra loro, li sospinse uno lontano dall’altro. Continuò così per i diciottomila anni in cui crebbe: diventando grande allontanava cielo e terra sempre di più.

Alla fine, stremato da questa fatica, si distese e si preparò a morire. Il suo respiro formò le nuvole e il vento;  il suo sudore originò pioggia e rugiada; la sua voce potente divenne il tuono; i suoi occhi presero posto in cielo divenendo sole il sinistro e luna il destro; dal suo sangue nacquero i fiumi e i mari; le montagne e le colline presero forma dal suo petto, dal ventre, dalle braccia; i suoi peli formarono gli alberi e la vegetazione; i suoi denti e le sue ossa divennero pietre preziose e rocce; le sue pulci generarono gli uomini e le altre specie viventi.

Massimo Muccioli, Le basi della medicina cinese

Questa voce è stata pubblicata in Altri testi e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...