Vocatus atque non vocatus deus aderit

“Vocatus atque non vocatus deus aderit”: è la traduzione latina dell’oracolo greco “Chiamato o non chiamato, il dio sarà presente”. Per molti versi questa frase sintetizza il pensiero e la regola di vita di Carl Jung. Sto parlandovi dalla sua casa di Kusnacht, vicino a Zurigo, in Svizzera. Ho letto questa iscrizione incisa nella pietra sopra la porta d’ingresso…

Come mai ha scelto di mettere questa iscrizione sopra il portone?
Perché volevo esprimere il mio senso di precarietà, la sensazione di trovarmi sempre immerso in possibilità che trascendono la mia volontà.

Jung parla, Interviste e incontri, a cura di William McGuire.
(Tratto dall’Intervista fatta a Jung da Stephen Black per conto della BBC nel luglio del 1955)

Questa voce è stata pubblicata in Altri testi. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...