*Guru

Guru è una bella parola, purtroppo avvilita dall’uso che se ne fa a sproposito in Occidente, dove ormai si parla dei guru della moda, della salute o del sesso. Gu in sanscrito significa “tenebra”, ru vuol dire “cacciare, disperdere”. Per cui il guru è colui che scaccia la tenebra, colui che porta la luce nel buio dell’ignoranza. L’arancione del suo vestito ricorda appunto il colore della fiamma che risplende nell’oscurità, la forza del fuoco che consuma la materia.

*Guru non è un titolo o una qualifica. Guru indica un rapporto. Per cui una persona è guru per i suoi discepoli, non è guru per tutti. Solo i discepoli si rivolgono a lui chiamandolo “guru-ji”, così come solo il marito chiama “moglie” sua moglie e non quella di un altro.

Tiziano Terzani, Un altro giro di giostra

Questa voce è stata pubblicata in Altri testi, Glossarietto e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...