Kundun, la Presenza

asia.jpg

Il mondo lo conosce come il Dalai Lama, l'”oceano di saggezza”, ma, arrivando a Dharamsala, si sente che, di tutti i nomi con cui è conosciuto, quello che più gli si addice è Kundun, la “Presenza”.

… Il Dalai Lama è a Dharamsala [India] dal 1959, quando i tibetani insorsero contro le truppe cinesi nel loro Paese e cercarono di riaffermare l’indipendenza del Tibet da Pechino. La repressione, ordinata direttamente da Mao, fu durissima. La rivolta fu soffocata nel sangue e il Dalai Lama, poco più che ventenne, ma già impostosi come l’indiscusso capo spirituale e politico della sua gente, dovette fuggire.

…Lo incontro in una sala della sua residenza dalle pareti coperte di tanka; la conversazione va avanti per due ore,sugli argomenti più vari, e quel che mi colpisce, più d’ogni sua parola, è la sua semplicità che -me ne accorgo presto- è la sua vera grandezza.

Il Dalai Lama non è un santone, non si atteggia a guru, non fa miracoli; la sua saggezza è nel buon senso, la sua spiritualità è nel candore.

Dharamsala, febbraio 1996

Tiziano Terzani, In Asia

Questa voce è stata pubblicata in Altri testi, Dalai Lama, Leader, messia, guru, Mao Tse-Tung e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...