La forza del profeta

I profeti sono autosufficienti e autonomi, apparentemente hanno bisogno di poco o nulla dagli altri. Disciplinati e controllati, riescono anche negli incontri più intimi a significare qualcosa di più grande di quello che sono. Il profeta si tiene sempre un po’ in disparte dagli altri, rivelando poco dei suoi sentimenti veri e sembrando sempre misterioso anche ai suoi seguaci di lunga data. Questo può significare che egli è incapace di avere amicizie strette, così come ammise di esserne incapace L. Ron Hubbard (Miller 1987), ma può anche significare che non entra mai in conflitto con gli altri personalmente. Purché i miscredenti mostrino contrizione, e il costo del conflitto non sia stato troppo grande, il capo può essere molto indulgente e clemente. Poiché egli vede se stesso come al di sopra dei suoi protetti così come un domatore di leoni è al di sopra delle sue bestie; essi possono di tanto in tanto rivoltarsi contro di lui con incauta ribellione, ma lui non è come loro. Si tratta di una sottile differenza e di una grande forza.

Len Oakes, Prophetic Charisma: The Psychology of Revolutionary Religious Personalities

1_Introduzione

Questa voce è stata pubblicata in Citazioni da "Carisma Profetico", Leader, messia, guru, Ron Hubbard e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...