The Family

 

unseen.jpg

Verso la metà degli anni ’60 in Australia venne fondato un gruppo New Age molto segreto che ebbe vari nomi, il più famoso dei quali è The Family (La Famiglia). Il leader di questo gruppo, la Maestra, era un’insegnante di yoga di nome Anne Hamilton-Byrne.

Come racconta Sarah Hamilton-Byrne, una delle bimbe adottate alla nascita dalla Maestra, nel libro Unseen, Unheard, Unknown (Invisibili, Silenziosi, Sconosciuti) “la base della religione di The Family si fondava sul fatto che Anne era una divinità vivente e la reincarnazione di Gesù Cristo. La dottrina della setta diceva che Gesù Cristo era un grande maestro venuto sulla terra, ma che non era il solo; Buddha e Krishna erano altri esseri illuminati arrivati qui e Anne faceva parte della stessa categoria. Il resto delle credenze del culto era un guazzabuglio di cristianesimo e misticismo orientale. La maggior parte degli insegnamenti ruotava attorno alla virtù della sofferenza: di quanto fosse benefica per l’anima e di come doveva essere abbracciata come percorso verso l’illuminazione.”

La scrittrice racconta di come lei e qualche decina di altri bambini furono presi in adozione da Anne Hamilton-Byrne o letteralmente rapiti a giovani ragazze madri, grazie all’aiuto di avvocati e medici che facevano parte della setta. Questi bambini servivano a quello che la leader chiamava “esperimento scientifico”, sarebbero stati “gli eredi della Terra” una volta che il grande olocausto avrebbe distrutto tutto. Tutti i bambini vennero cresciuti con la convinzione di essere i figli legittimi di Anne portandone il cognome, vissero in un isolamento sociale quasi totale, rinchiusi nelle proprietà della leader, con contatti solo con i membri della setta e in particolare con le “zie”, le seguaci del culto che si davano il cambio nell’occuparsi di loro. I membri del culto erano paranoici nei confronti degli “esterni”, il mondo esterno veniva descritto come pericoloso e brutale, i bambini erano terrificati dall’idea di venire scoperti dalla polizia e il motto della setta era appunto Invisibili, Silenziosi, Sconosciuti. Il mondo esterno non doveva accorgersi di loro.

La disciplina, “parola che veniva usata per giustificare gli abusi sui bambini”, era dura e crudele, le giornate che partivano dalle 4/5 del mattino erano piene di impegni tra studio, yoga e altre attività, rare e molto brevi le pause di libertà, i bambini vivevano in un clima continuo di terrore, venivano puniti e malmenati anche senza motivo; lasciati giorni senza cibo, “eravamo così affamati che mangiavamo la sporcizia e le foglie”; senza affetto, “a nessuna delle “Zie” è stato permesso di farci regali o mostrare affetto verso di noi o di toccarci fisicamente, a parte quando ci picchiavano”; quotidianamente controllati attraverso l’uso di calmanti e, una volta arrivati ai 14/15 anni, costretti all’uso di LSD come rito di iniziazione. “Attraverso il controllo sugli aspetti spirituali della nostra vita, con il sottometterci fisicamente e con il suo costante assalto alla fiducia nel nostro valore, Anne era in grado di indebolire sistematicamente il nostro senso del sé.”

La maggior parte dei membri del culto erano professionisti: medici, avvocati, ingegneri, architetti, psichiatri, infermieri e assistenti sociali. E Sarah fa notare che “se The Family fosse stato un gruppo di persone vestite in modo  strano che si incontravano una o due volte alla settimana per la meditazione, per un discorso fatto da un Maestro, con un po’ di canti e musica, non sarebbe mai passato inosservato per così tanto tempo. Ma i professionisti nei loro abiti convenzionali gessati e con le loro impeccabili credenziali sociali, hanno potuto farla franca conservando un’etica nella vita privata completamente in disaccordo con la loro etica professionale. Avevano l’aria rispettabile, quindi la gente pensava che dovessero essere rispettabili. Chi erano questi professionisti? Erano i medici che hanno scritto le prescrizioni grazie alle quali noi e gli altri membri del culto venivamo controllati; avvocati che hanno preparato gli atti necessari per produrre i passaporti e i certificati di nascita finalizzati a creare le nostre false identità; assistenti sociali che hanno permesso ad Anne di eludere i canali normali per adottare o, in alcuni casi, semplicemente rubare, così tanti bambini; infermieri che hanno fatto incontrare Anne a ricchi moribondi che poi le hanno lasciato le loro eredità; medici che hanno curato quelle stesse persone ricche e firmato i loro certificati di morte; psichiatri che avevano persone fidate nel New Haven Hospital; e medici e infermieri che hanno supervisionato l’uso di LSD.”
A proposito del potere delle figure degli esperti, ne abbiamo parlato qui.
Pur essendo una situazione così particolare, nel racconto di Sarah ritornano molti dei motivi ricorrenti del rapporto tra leader carismatico e seguaci che, al di là dell’ambito in cui si verificano, possono forse risultare poco comprensibili a chi non conosce questi meccanismi. Per esempio, il completo abbandono delle proprie idee e delle proprie responsabilità da parte dei seguaci, di cui Sarah scrive illustrando l’atteggiamento dei membri adulti del culto: “Erano speciali, appartenevano ad Anne, che significava obbedire ad una legge superiore rispetto alle leggi che governano la gente comune. Queste persone avevano lasciato ogni coscienza e responsabilità delle proprie azioni ad Anne e di fatto erano diventati suoi schiavi volontari.

Ricordo una conversazione a tavola un certo numero di anni fa, durante la quale Anne stava esponendo una delle sue teorie. Diceva che la Terra è cava e che degli alieni vivevano al suo centro. Non avevo detto nulla al momento riguardo gli alieni, ma sapevo che stava dicendo delle assolute stupidaggini .… Ci dovevano essere altri al tavolo che sapevano che stava delirando. Erano in gran parte persone istruite, ma nessuno di loro aveva detto nulla. Penso che se avesse detto “Il mondo è fatto di formaggio verde”, anche il più intellettuale tra loro avrebbe concordato”.

C’è poi l’aspetto del pensiero magico, spesso presente nei rapporti con un leader carismatico: “credevamo, e in effetti ne eravamo stati testimoni, che l’ira della Maestra avrebbe potuto essere terrificante se lei fosse stata ingannata, ostacolata o disobbedita. Non avevamo dubbi sul fatto che il suo malcontento potesse manifestarsi con lesioni fisiche o psicologiche, causando al credente la possibilità di contrarre il cancro o di perdere una persona cara attraverso un incidente. Una persona razionale accetta che queste possano capitare nella vita, ma quando accadevano ai membri della setta venivano ricondotte al sistema di credenze della setta stessa e usate per rinforzare i poteri di Anne.”

Nell’agosto del 1987, grazie alla denuncia di Sarah e di altre ragazze, la polizia fece un raid nella casa in cui vivevano i bambini, ormai quasi tutti adolescenti. Vennero tutti liberati e vissero ancora insieme per un po’ di tempo, protetti dallo Stato, per prepararsi ad affrontare un mondo che non conoscevano.

Nonostante i vari processi, Anne Hamilton-Byrne non venne mai condannata per gli abusi sui bambini, l’unico reato di cui fu alla fine riconosciuta colpevole fu quello relativo alla frode per aver falsificato i certificati di nascita e i passaporti dei bambini.

That August day in 1987 was the day when life for us actually started. It feels as I never truly existed as a human being before that” scrive Sarah in uno degli ultimi capitoli del libro.

 

 

Questa voce è stata pubblicata in Altri testi, Discepoli, seguaci, fedeli, Manipolazione/Persuasione e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...